#La storia “rosa” del Monte Luco

 

Nel mio guardaroba c’è un foulard di seta azzurro, che apparteneva alla mia nonna. Lo uso nelle giornate ventose di primavera, come fa lei nelle foto di quando era giovane. Indossarlo mi lega a lei e ad un tempo passato. Quando cammino in montagna provo una sensazione simile e mi chiedo “Chi ha percorso questo sentiero prima di me?”. Una risposta certa me la sono potuta dare giusto ieri, salendo alla cima del Monte Luco, nella catena delle Maddalene.

Avevo scelto anche la via più ripida, per il sentiero 133, per sudarmi l’ascesa e diminuire il vantaggio che i miei robusti e moderni scarponi mi offrono. Sentivo doveroso fare questa “cortesia” a due donne, Regina von Brandis e Catherine Botsch, che nel 1552 giunsero in cima al Monte Luco accompagnate da Jakob von Boymont. La loro salita, oltre ad essere la prima documentata, è una delle imprese alpinistiche più antiche. Duecento metri prima della cima c’è un laghetto azzurro cielo; si saranno specchiate nelle sue acque anche Regina e Catherine? Giunta in cima, a 2.433 metri, mi unisce a loro il piacere di una vista che ripaga, oggi come allora, ogni fatica.

 


#Natale 2022

La qualità della manufattura (natalizia)
Unicità, qualità e valore aggiunto

#Aria nuova tra antiche mura

L'architettura dello Zum Hirschen

#Natale in un globo di neve

Riflessione e sguardo al futuro
Il nostro messaggio per il 2020

#Natale 2021

Riflessione e sguardo al futuro
Il nostro messaggio per il 2021

#Pasqua 2022

Fochaz
Una tradizione di Pasqua in Alto Adige

Torreggianti e profondamente rilassati in kayak attraverso il canyon del Lago di Santa Giustina

Il racconto di Evi Tscholl

Get in touch

Come creare un ponte tra gastronomia & spiritualità

#il trenta delle donne

Il mese di Maria e delle erbe officinali in estate
15 agosto - 15 settembre

#I 100 Hotel più belli d'Europa 2019

GEO Saison

#Natale al Gasthof Zum Hirschen

Gioia e attesa condivisa

#L’elisir di Hildegard di Bingen

Un sorso di salute

“Le erbe officinali
sono il
sorriso del creatore.”


Hermann-Josef Weidinger
1918-2004

Historischer Gastbetrieb des Jahres 2019

#albergo storico dell'anno 2019

Il riconoscimento va allo Zum Hirschen

#Intervista con l'architetto Lorenzo Aureli

I dettagli del concetto architettonico

#Le buone carni di Eugen Kofler del Widumhof

Specialità a km 0

#Galleria Gampen Bunker

Entrare nella storia

#Tutti i colori di una valle di montagna

Giallo, rosso, blu

#Contemplazione, vita attiva, gastronomia

I tre elementi dello Zum Hirschen

#Sulle tracce dell'orso

Il santuario di San Romedio

#Con la bici da corsa lungo le storiche strade

Alla scoperta di nuove mete

#Albergo storico dell'anno 2019

Il premio va allo Zum Hirschen